A Roma per guardare al futuro

L’Associazione ha preso parte oggi ad un incontro a Roma di Enti Autorizzati.

 Presenti all’incontro 43 dei 51 enti autorizzati all’adozione internazionale.
Un dibattito ampio sulle cause, a livello nazionale e internazionale, del calo di adozioni registrato in questi ultimi cinque anni.
Un confronto aperto e concreto sulle azioni da intraprendere.
Il miglioramento delle relazioni con i Paesi di provenienza dei bambini, il rilancio della cooperazione internazionale, una necessaria valorizzazione degli enti ai tavoli decisionali , risorse economiche per il funzionamento dei protocolli regionali e per la formazione e il sostegno alle famiglie.
Sono alcune delle proposte emerse da portare all’attenzione della nuova Presidente della CAI, la ministra Elena Bonetti.

QUEL CHE RESTA DEL CONVEGNO 2019

Convegno 2019 pro ICYC: I ragazzi adolescenti.

Anche qs anno il Convegno delle famiglie adottive pro ICYC non ha mancato la sua promessa: un momento gioioso di ritrovo di famiglie e ragazzi ognuno intorno alla propria storia adottiva.
La stessa promessa che Padre Alceste offriva alle persone che lo avvicinavano per la prima volta, ai suoi bambini ormai radicati nelle nuove famiglie ed anche a chi lo scordava facendolo soffrire per l’ingratitudine.

Convegno 2019 pro ICYC: il professor Antonio D'Andrea

A contribuire al clima di intimità ha contribuito quest’anno il professor Antonio D’Andrea che “mischiandosi” tra il pubblico ha portato la sua esperienza clinica e di padre adottivo a riflettere sugli inevitabili momenti di crisi che accompagnano la crescita di ogni famiglia adottiva. I suoi interventi ed esempi sono stati così appassionanti che hanno coinvolto tanti, anche famiglie in attesa e ragazzi adolescenti ad esprimersi con intense testimonianze e profonde domande.

Anche quest’anno ha partecipato al Convegno Raquel Morales, responsabile delle adozioni della Fondazione MiCasa, “innanzitutto amica della famiglia pro ICYC e poi in veste professionale”, così come lei stessa ha definito la sua presenza nel saluto iniziale.

Tra i presenti pure Ciro Favatà, vice-Presidente di SOS Bambino, un Ente Autorizzato dalla CAI, con cui la nostra Associazione ha siglato una intesa di collaborazione nel campo delle Adozioni.

A conclusione del Convegno padre Francesco Petrillo ci ha rivolto nel suo saluto una breve ma profonda riflessione per la nostra esperienza adottiva.

L’evento ha registrato circa 200 presenze tra cui parecchie nuove famiglie in attesa.

Guarda l’Album Fotografico.
Guarda il Video delle premiazioni della partita Italia-Cile
Ascolta il saluto di Padre Petrillo

Convegno 2019 Giulianova (6-7-8 settembre)

Convegno 2019 Associazione famiglie adottive pro ICYCQuel campo arato con tanta operosità dal nostro fondatore continua a dare i suoi frutti”, così Gianni Palombi, Presidente della Associazione Pro Icyc, si esprime nel formulare l’invito alla partecipazione al Convegno 2019 che si terrà a Giulianova (TE)  dal 6 al 8 settembre al Grand Hotel Don Juan.

Il tema scelto stavolta è “La famiglia adottiva tra crisi e sviluppo” ed il dott. Antonio d’Andrea, psicologo e psicoterapeuta ma innanzitutto padre adottivo, ci aiuterà ad identificarne spunti di riflessione e di lavoro.

Come ogni anno questa breve convivenza di fine estate è un momento intenso di amicizia e di aiuto reciproco e sempre ognuno porta a casa qualcosa di prezioso.

Vi invitiamo ad affrettare le iscrizioni considerando che oltre il 10 agosto non sarà più  garantita la disponibilità delle camere.

A presto!                                          

Scarica il dépliant del Convegno
Scarica la scheda di iscrizione

IDONEI,CORRETTI,TRASPARENTI ED EFFICIENTI!

CAI - Commissione Adozioni InternazionaliSi è conclusa l’istruttoria nei confronti della Associazione da parte della Commissione Adozioni Internazionali (CAI) in seguito alla delibera 1/2017/SG del settembre 2017 che ha avviato una verifica capillare su tutti gli Enti autorizzati.
Tale verifica si era resa necessaria mancando da diversi anni qualsiasi controllo sistematico sull’operato degli Enti.

La comunicazione della CAI del 17 aprile 2019 riguardante la pro-ICYC così recita a riguardo:
“ […] (viene) ravvisata in base alle risultanze emerse dalla suindicata istruttoria la permanenza dei requisiti di idoneità, nonché di correttezza, trasparenza ed efficienza dell’azione di detto ente […]”.

Per arrivare a questa conclusione gli Enti sono stati valutati attraverso indici di qualità di tipo finanziario, organizzativo e di efficienza nell’operare le adozioni.

In particolari i criteri di verifica adottati dalla istruttoria sono stati i seguenti:

  1. la proporzionalità tra le adozioni concluse e il numero dei conferimenti incarichi pendenti tale da garantire un’adeguata assistenza alle coppie nel loro iter adottivo
  2. l’organizzazione dell’ente, con particolare attenzione alla sede e al personale
  3. la relazione attività 2018 e bilancio consuntivo 2017
  4. l’assenza di segnalazioni significative

Siamo particolarmente orgogliosi di questo esito sia perché lo riteniamo un giusto riconoscimento del nostro operato ma anche perché possiamo offrire alle coppie che si rivolgono alla nostra Associazione un elemento oggettivo a garanzia del conferimento del mandato alla Associazione.