FAQ – SAD

Raccogliamo di seguito le risposte ad alcune comuni domande relative al progetto Sostegno a Distanza (SAD), comunemente riferito anche come Adozione a Distanza.

  • Chi è il Sostenitore a distanza (SAD) di un bambino o bambina?

Può essere una persona singola, una famiglia, un gruppo di amici, un’azienda, una comunità parrocchiale, un’associazione, una scuola, un gruppo. Per i bambini sostenuti è un amico, uno zio (“tio”, come dicono i bambini cileni) che vive lontano ma che si preoccupa dei bambini in difficoltà.

  • Come posso aderire al SAD o Adozione a Distanza?

Compila il modulo di adesione nel “Manuale del Sostenitore” con i tuoi dati richiesti e invialo al responsabile del Progetto in Italia (vedi modulo e indirizzo del responsabile nel “Manuale del Sostenitore” )

  • Cosa riceverò dopo aver aderito?

Dopo aver compilato il modulo di adesione avrai la scheda di presentazione del bambino che è il “testimone”della comunità dove egli vive. Nella scheda troverai una sua breve storia personale e una sua fotografia.
Almeno una volta all’anno, ma se possiamo più spesso, ti invieremo:
– le foto del bambino dal Cile e gli aggiornamenti sulla sua situazione personale curati dai responsabili in quella zona. Per questo  è importante conoscere la  tua e-mail, per evitare spese postali di spedizione
– il giornalino periodico dell’Associazione Famiglie Adottive Pro Icyc Onlus per informarti su progetti, convegni, interventi svolti in Cile e sui risultati ottenuti.
– comunicazioni periodiche dal responsabile italiano del progetto SAD
Inoltre sul nostro sito web potrai trovare i dati aggiornati del Progetto SAD
La tua donazione non sarà diretta solo al bambino a cui, come Sostenitore, sei abbinato, ma servirà a sovvenzionare i progetti che coinvolgono tutti i bambini della comunità (per non discriminare o ferire i bambini non ancora sostenuti).

  • Posso scrivere o inviare regalini direttamente al bambino?

Certo, è possibile (vedi indirizzi nel “Manuale del Sostenitore”).
Una volta che la corrispondenza arriverà in Cile, sarà tradotta dal responsabile e consegnata al bambino. Ti consigliamo di inviare lettere piuttosto brevi, con un linguaggio semplice o biglietti di auguri, cartoline.
E’ sconsigliabile inviare pacchi di grossa mole sia per non discriminare i bambini non ancora sostenuti, sia perché il bambino è già felice di ricevere anche regali piccolissimi perché percepisce comunque l’attenzione e l’affetto che arriva dal suo “tio” lontano. Sappi, inoltre, che i bambini hanno vestiario e altro materiale in comune e che, pertanto, inviare doni di questo tipo significa fare un regalo a tutti i bambini.

  • Quanto dura questo impegno?

Decidere di sostenere un bambino a distanza è un impegno unicamente morale e quindi non è vincolante. Se il Sostenitore non avrà più la possibilità o l’intenzione di portare avanti l’impegno, potrà rinunciare al sostegno in qualsiasi momento, certo del fatto che l’Associazione e il bambino saranno grati dell’aiuto fino a quel momento prestato.
Si chiede però, al Sostenitore, di comunicarlo almeno un mese prima al responsabile del progetto in Italia per permettere all’Associazione di abbinare il bambino ad un altro Sostenitore. L’impegno nel tempo è fondamentale per poter garantire al bambino un reale percorso di sviluppo, per cui ci si augura che duri il più tempo possibile.
Se il bambino dovesse uscire dal Progetto SAD – perché adottato o trasferito in altro istituto, o perché rientrato in famiglia attraverso il “Progetto di rientro a casa” determinato dal Tribunale Cileno, il Sostenitore verrà subito informato della notizia e gli verrà assegnato un altro bimbo in difficoltà.

  • Quanto e come devo versare?

Il Progetto SAD prevede 240 euro l’anno (cioè 20 euro al mese, meno di un euro al giorno) che si possono versare anche in più scadenze, in base alle possibilità del Sostenitore. L’Associazione non invia avvisi di scadenza per i versamenti per cui confidiamo nell’ auto-responsabilità del donatore affinché si ricordi di gestire il versamento in modo tale che sia garantito l’invio di 240 euro annue, necessarie a sostenere il progetto iniziato in funzione alle promesse di sostegno. Le modalità di versamento sono:
– Online: “Dona ora” tramite il Sito dell’Associazione
– Bollettino Postale: c/c n. 17179045
intestato ad Associazione Famiglia Adottive pro I.C.Y.C. Onlus
causale “Progetto S.A.D. Sostegno a Distanza per …nome del bambino“
– Bonifico Bancario: c/c n. 35459
IBAN: IT 18 P 08327 03202 000 000 035 459
Banca di Credito Cooperativo di Roma – Ag.2,
Via Casilina 1888, L (00132) Roma
intestato ad Associazione Famiglia Adottive pro I.C.Y.C. Onlus
causale “Progetto SAD Sostegno a Distanza per …(aggiungere il nome del bambino)“.
Avvertenza. Il 15% dei fondi raccolti viene trattenuto per “spese e riserva per imprevisti ed emergenze” ed è utilizzato per le spese direttamente riconducibili al SAD, necessità improvvise e impreviste che si possono verificare nell’arco dell’anno nella realizzazione dei progetti (le spese generali di gestione sono a carico dell’Associazione). A fine anno la parte restante delle eventuali spese sostenute viene poi accumulata alla raccolta fondi successiva. Nulla di quanto raccolto, viene trattenuto dall’Associazione (ad esclusione dei costi direttamente riconducibili al SAD) in quanto chi vi opera lo fa a titolo di volontario.

  • Ho benefici fiscali?

L’Associazione Famiglie Adottive PROICYC è una ONLUS (Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale) pertanto le donazioni sono:
– Detraibili ai fini Irpef nella misura del 19% dell’importo donato fino ad un massimo di € 2.065,83.
– Per le liberalità alle ONLUS è prevista, in alternativa alla detrazione, la possibilità di dedurre le stesse dal reddito complessivo. Pertanto il contribuente deve scegliere se fruire della detrazione d’imposta o della deduzione dal reddito non potendo cumulare entrambe le agevolazioni. Requisito necessario per la deducibilità/detraibilità delle somme versate è che il versamento sia effettuato attraverso bonifico bancario o su conto corrente postale.

  • Chi viene aiutato con il sostegno a distanza?

Villa Padre Alceste – Quinta de Tilcoco.
I nostri sforzi, fino ad oggi, sono stati diretti a tutelare e aiutare i bambini ed i ragazzi che sono accolti e crescono nelle strutture create da Padre Alceste in Cile: “Villa Padre Alceste”, situata a Quinta de Tilcoco nella VI° Regione, ed il Centro di Accoglienza per Adolescenti “Casa di Gorbea” a Santiago.  Tutto è continuato grazie alla collaborazione tra la nostra Associazione italiana e la Fondazione I.C.Y.C. cilena voluta da Padre Alceste e ancora oggi rappresentata dal Direttorio responsabile dei Centri di accoglienza.
Attualmente “Villa Padre Alceste” ospita circa 160 bambini da 0  a 14 anni circa, mentre “Casa di Gorbea” ospita circa 20 ragazzi dai 14 anni in poi.
I bambini di padre Alceste sostenuti dal SAD o Adozione a Distanza
Ricordate sempre che la pura forma, il mero rispetto della lettura nuda e cruda della legge, non rende giustizia alla sostanza quando in gioco c’è la vita di un bambino solo” (p. Alceste).

  • Posso fare qualcosa di più?

Certo! Se ti va, puoi:
– Diventare, per qualche giorno, volontario nella “Villa Padre Alceste Piergiovanni” facendo attività di animazione con i bambini secondo le indicazioni dell’equipe cilena.
– Diventare attivista dell’Associazione partecipando a convegni, raccolta fondi, viaggi in Cile, riunioni, diffondendo la conoscenza dell’Associazione e del Progetto SAD (affinché anche gli amici del tuo bambino sostenuto possano avere un “tio” lontano).
Qualsiasi contributo economico inviato all’Associazione sarà gradito e contribuirà a dare più opportunità ai bambini.
– Tesseramento: versamento di 35 euro su C/C postale n. 17179045 intestato a:
“Associazione Famiglie Adottive Pro Icyc – Onlus”
Causale  “Quota associativa anno ….”
– Versamento del 5 x 1000 a:
“Associazione Famiglie Adottive Pro Icyc – Onlus”
Codice fiscale da scrivere sul modulo : 97 18 18 10 587